Oggi vi parlo di Copenaghen. L’ultimo viaggio di tre giorni che abbiamo fatto alla fine del 2017.
Il nostro soggiorno è stato breve ma siamo riusciti a vedere tutte le cose indispensabili e anche qualcosa in più. In questo articolo vi darò consigli su come girarla in breve tempo e ben organizzati.

Una volta arrivati in aeroporto è molto conveniente spostarsi verso il centro città con il treno perchè costa poco e impiega 15 minuti per portarvi a destinazione. Escluderei il taxi perché i prezzi sono abbastanza alti.

Arrivati alla stazione centrale di Copenaghen potrete subito ammirare dall’esterno la struttura immensa di Tivoli, il parco divertimenti per grandi e piccini che si trova nel cuore pulsante della città.

Vi consiglio di lasciare le valige in albergo e cominciare il vostro giro turistico partendo da piazza Radhusplads. Qui vi troverete davanti il palazzo del Municipio (Radhushaven) e l’hotel Scandic Palace, storico e prestigioso edificio della città.

Se siete amanti dell’arte non potete non andare al NY Carlsberg Glyptotek, per arrivarci dovete costeggiare il palazzo del municipio ammirando nuovamente Tivoli alla vostra destra.

Noterete da subito la particolarità e la struttura di questo palazzo maestoso e in stile liberty; al suo interno la parte centrale ospita un giardino con fontane, statue e panchine che vi trasporterà in un’altra epoca. E’ un ottimo luogo in cui riposarsi qualche minuto tra la visita di una sezione del museo ed un’altra.
Il piano superiore racchiude numerose opere dei più svariati autori; la parte che più ho apprezzato è stata quella dei pittori francesi. Qui potete trovare capolavori di: Gauguin, Mille, Toulouse-Lautrec, Manet, Van Gogh, Monet, Degas etc.
Al piano inferiore invece c’è una sezione dedicata alla scultura, anche questa molto interessante.

Non distante da qui vi consiglio di visitare anche il museo nazionale danese, dove sono esposti reperti storici di ogni epoca.

E’ l’ora del pranzo, in via Nytorv 15 troverete il Restaurant & Cafe Nytorv; qui potrete gustare i piatti tipici della tradizione danese. Molto buono è lo Smørrebrød che potrete trovare in più varianti. Questo piatto simile ad un sandwich è in realtà una fetta di pane farcita con pesce o carne. Io ve lo consiglio con il salmone, con i gamberetti oppure con l’aringa. Viene spesso servito con del burro aromatizzato molto gustoso.

Dopo esservi rifocillati potete andare verso il palazzo del parlamento (Christiansborg Slot) in cui potrete ammirare gli interni sfarzosi ed eleganti, la sala del trono, la sala dei velluti rossi e altri saloni che vi lasceranno senza fiato. All’esterno potete visitare anche la collezione di carrozze, le scuderie e le cucine. Da amante del cibo non ho potuto non apprezzare quest’ultima visita. Sono rimasta colpita dalla grandezza di questi spazi e dalla quantità di pentole. Mi è venuto spontaneo immaginarmi li in un’ epoca lontana a giostrarmi tra quei fornelli.

Come primo giorno avete già visto molto perciò vi consiglio di riposare.