Oggi parliamo di una delle città svizzere che preferisco, situata sul Reno, Basilea è ricca di particolarità.
Cominciamo dall’aeroporto che al suo interno ha tre uscite differenti: una verso la Francia, una verso la Germania e una verso la Svizzera.

Proprio perché è costruita sulle sponde del Reno ha un clima ventilato.

Una delle prime attrazioni da vedere è la piazza del mercato (Marktplatz) con la spettacolare facciata del municipio (Rathaus) rosso scuro in stile gotico (vedi foto).
Questo palazzo costruito nel 1500 è caratterizzato da statue e decorazioni molto particolari. Sulla facciata principale troviamo tre arcate all’interno delle quali è situato “il cortile d’Onore” in cui si erge la statua di Munazio Planco (fondatore della città).

La seconda cosa che non può mancare nella vostra visita è la cattedrale, costruita in epoca medioevale e dedicata alla Vergine Maria, caratterizzata dalle due torri molto alte è particolari.
Al suo interno è situata la tomba di Erasmo da Rotterdam.

A Basilea troviamo anche la più antica università svizzera (costruita nel 1400).

Per gli amanti dei musei Basilea è una città ricca per molti aspetti, potete infatti trovare: il museo della musica, il museo d’arte contemporanea, il museo di scienze naturali, il museo della carta e il museo delle bambole e dei giochi.
Ci sono aspetti interessanti per ogni visitatore.

Devo ammettere che il museo che mi ha affascinato di più è stato quello di Tinguely.
Jean Tinguely, di cui potete ammirare la scultura in movimento nella fontana situata nella piazza del teatro, è stato uno scultore e scienziato eccentrico ed esuberante. Il museo permette allo spettatore di interagire con le sculture in movimento.
Mi ha colpito per la complessità e allo stesso tempo per la semplicità con cui l’autore è riuscito ad assemblare pezzi completamente differenti e a dargli un’anima e una personalità.

Un’altra chicca che vi consiglio di vedere è Spalentor: l’unica delle tre porte della vecchia cinta muraria rimasta in piedi.

A dieci minuti dalla città, prendendo il treno alla stazione principale di Basilea, si può visitare il più grande sito archeologico romano della Svizzera: Augusta Raurica.
Potete ammirare i resti dell’arena, alcuni templi e dell’anfiteatro davvero spettacolari.

Vi consiglio Basilea soprattutto d’estate come ho fatto io, sia per godere del clima fresco e ventilato e per staccare dall’afa, sia perché è una città ricca di spunti ed è adatta ad ogni personalità.
E’ una città varia e per nulla noiosa.
Certo sappiate che i prezzi non sono bassi, d’altronde tutto il territorio svizzero è cosi, ma se scegliete questa meta già lo sapete in partenza.

Ci sono ristoranti ottimi sia di cucina tipica sia di cucina europea.

Su trip advisor potete trovare le mie recensioni di:

Brasserie Volkshaus Basel
Noohn -Restaurant-Lounge- Bar
Restaurant zum Braunen Mutz