Ricette

American Burger Buns, ecco come prepararli

Un po’ di America a casa nostra

Anche oggi vi faccio viaggiare, andiamo oltreoceano, e prepariamo un vero American Burger buns. Avete presente il classico panino gigante con dentro l’hamburger che vediamo sempre nei film, ecco, sarete in grado di farlo a casa da soli e sarà buonissimo.

Qualche giorno fa ho visto una storia Instagram di mia cugina che li ha cucinati e avendo un aspetto delizioso non ho esitato a chiederle la ricetta. Mi sono cimentata subito perchè dopo due mesi chiusa in casa avevo proprio voglia di un bel panino con l’hamburger.

E’ davvero semplice e il risultato è ottimo. Potete decidere di farcirlo a vostro gusto, io ad esempio lo amo con hamburger, broccoletti ripassati e scaglie di pecorino. Altrimenti potete optare per una scelta più classica con hamburger, cheddar, pomodori e insalata. Sbizzarritevi e divertitevi a provare combinazioni diverse.

Cominciamo dal principio, cosa ci serve per preparare il vero American Burger Buns.

Ingredienti (per 6 panini):

  • 500 gr di farina
  • 280 gr di latte
  • 40 gr di zucchero
  • 1 cucchiaino di miele
  • 15 gr di lievito
  • 20 gr di olio di oliva
  • 30 gr di burro
  • 1 uovo intero
  • 1 tuorlo
  • semi di sesamo

Procedimento:

Per prima cosa scaldiamo il latte fino a renderlo leggermente tiepido e sciogliamo al suo interno il miele, lo zucchero e il lievito.

Cominciamo a incorporare la farina poco per volta e impastiamo. Aggiungiamo l’olio, il burro e un uovo intero. Impastiamo bene fino ad ottenere un composto morbido.

Lasciamo riposare in una ciotola per due ore coperto con un canovaccio.

Passate le due ore dividiamo l’impasto in sei parti uguali e formiamo delle palline.

Appoggiamole sulla lacca da forno su cui cuoceremo i nostri panini e lasciamo riposare altre due ore sempre coprendo con un canovaccio.

Passate le due ore spennelliamo la superficie delle palline di impasto, che nel frattempo saranno raddoppiate di volume, con un tuorlo sbattuto insieme ad un cucchiaio di latte; cospargiamo la superficie con i semi di sesamo e inforniamo a 180° per 20 minuti.

Una volta cotti lasciate leggermente raffreddare, tagliate a metà e farcite a piacere.

Bagels: ecco come prepararli

La ricetta dei bagels

Una delle cose che più amo mangiare quando siamo all’estero durante i nostri viaggi sono i bagels con il salmone. Se ci sono potete stare sicuri che sceglierò quelli per la mia colazione.

Non mangiandoli da un po’ di tempo ma soprattutto non sapendo quando mi sarà possibile rimangiarli di nuovo mi sono cimentata in cucina per riuscire a riprodurli a casa.

Ammetto che ho fatto un paio di tentativi per riuscire ad averli esattamente come volevo ma vi rassicuro, è davvero semplice, basta seguire tutti i passaggi alla lettera. Fidatevi, verranno buonissimi.

Cominciamo allora dal principio.

Ingredienti (5 bagels):

  • 350 gr di farina
  • 7 gr di lievito
  • 5 gr di sale
  • 25 gr di zucchero
  • 15 ml di olio
  • 160 ml di acqua
  • 2 cucchiai di semi di papavero
  • 1 tuorlo

Procedimento:

Per prima cosa sciogliete il lievito nell’acqua tiepida e incorporatelo pian piano nella farina, vi consiglio di utilizzare una planetaria o, se non l’avete, un gancio impastatore. Aggiungete il sale, lo zucchero e l’olio e continuate a impastare per una decina di minuti.

Lasciate riposare per un’ora.

A questo punto spolverate una spianatoia o un tagliere grande con la farina e adagiate sopra il vostro impasto. Dividetelo in 5 pezzetti più piccoli e lavorateli fino a formare delle sfere.

Lasciatele riposare 20 minuti coperte con un canovaccio.

Prendete l’impasto tra le mani e con le dita fate un buco al centro della vostra palla. Riadagiate i vostri cerchi sul tagliere, coprite con un canovaccio e lasciate riposare per altri 20 minuti.

In una pentola fate sobbollire dell’acqua e immergete i vostri bagles un minuto per lato, io per facilitare il procedimento utilizzo una schiumarola.

Una volta scolati, adagiateli sulla teglia che andrà nel forno. Spennellate la superficie dei bagles con il rosso d’uovo e spargeteci sopra i semi di papavero.

Infornate a 180° per 25 minuti.

I nostri amati bagels sono pronti. A me piace moltissimo gustarli con salmone, Philadelphia e avocado ma anche con la crema al cioccolato sono ottimi.

Buon appetito!

Crostata con mele, crema e cannella

Oggi vi parlo di una torta che faceva sempre mia nonna quando ero piccola, la crostata con mele, crema e cannella. La ricetta è quella che usava lei e devo dire che è davvero eccezionale.

Prepareremo una base di pasta frolla classica, faremo uno strato di mele e cannella e ricopriremo tutto con uno strato di crema pasticcera.

Ingredienti:

Per la frolla

  • 300 gr di farina
  • 150 gr di burro
  • 150 gr di zucchero
  • 1 uovo intero

Per la crema pasticcera

  • 1/2 litro di latte
  • 4 tuorli
  • 30 gr di farina
  • 100 gr di zucchero
  • buccia di limone
  • una mela
  • una noce di burro
  • un cucchiaio di zucchero
  • un cucchiaio scarso di cannella

Procedimento:

Per la nostra crostata con mele, crema e cannella cominciamo preparando la pasta frolla.

Misceliamo farina e burro fino ad ottenere un composto granuloso ma uniforme, aggiungiamo poi l’uovo e lo zucchero e misceliamo nuovamente. Lavoriamo un pochino l’impasto con le mani e creiamo una palla che facciamo riposare in frigorifero per un’oretta.

Nell’attesa prepariamo la crema pasticcera che richiederà del tempo per raffreddare. In un tegame con una frusta sbattiamo uova e zucchero, aggiungiamo poi la farina piano piano continuando a mescolare facendo attenzione a non creare grumi.

In un pentolino portiamo a bollore il latte con la scorza del limone grattugiata; una volta raggiunta l’ebollizione lo versiamo a filo nel composto creato precedentemente sempre continuando a mescolare. Mettiamo il tegame sul fuoco e facciamo cuocere per 4 minuti, quando inizia ad addensarsi spegniamo. Versiamo la crema in una scodella e lasciamo raffreddare.

Riprendiamo la nostra frolla e la stendiamo in una tortiera, come vi ho raccontato nell’articolo precedente, utilizzo questa forata che permette una cottura più uniforme. Rimettiamo la tortiera in frigorifero per altri venti minuti.

In una padella facciamo andare a fuoco medio le mele tagliate a fettine con una noce di burro, un cucchiaio di zucchero e la cannella.

A questo punto preriscaldiamo il forno a 170°. Prendiamo la tortiera, cospargiamo le mele sulla frolla, ricopriamo tutto con la crema pasticcera e inforniamo per 35 minuti.

Controllate comunque di tanto in tanto la doratura della frolla. Vi consiglio di mettere sotto alla tortiera un foglio di carta forno perchè dai fori potrebbe fuoriuscire del burro fuso durante la cottura.

Quando è pronta togliete dal forno e guarnite a piacere, potete spolverare con dello zucchero a velo.

Crostata al cioccolato e banana

In questi giorni di chiusura totale e di carenza di rapporti umani bisogna coccolarsi e consolarsi con il cibo, e perchè non farlo con una bella crostata al cioccolato e banana? I social impazzano con ricette di ogni genere e per questo motivo ho pensato di darvi un altro spunto per preparare un dolce. In questo articolo vi parlo dell’ultima creazione preparata ieri sera e… lo ammetto, è già finita.

Quello che vi serve è un barattolo di cioccolata spalmabile; potete usare la nutella, oppure la crema di nocciola, in questo caso io ho utilizzato la crema al cioccolato Napolitaner dei Loacker.

Ingredienti:

Per la frolla:

  • 250 gr di farina OO
  • 100 gr di burro
  • 1 uovo intero
  • 1 tuorlo
  • 100 gr di zucchero
  • 300 gr di crema spalmabile
  • 2 banane
  • 2 cucchiai di panna liquida da cucina

Procedimento:

Per la nostra crostata al cioccolato e banana cominciamo preparando la frolla: sciogliamo il burro già a temperatura ambiente con una frusta e aggiungiamo la farina poco alla volta continuando a miscelare.

Incorporiamo anche gli altri ingredienti ovvero zucchero, un uovo intero e un tuorlo. Continuiamo a frullare fino ad ottenere un composto omogeneo. A questo punto creiamo una palla e la mettiamo in frigorifero a riposare per un’ora avvolta nella pellicola trasparente da cucina.

Nell’attesa tagliamo le banane a rondelle e in una ciotola mescoliamo la crema spalmabile al cioccolato con due cucchiai di panna liquida fino a che non diventino ben miscelati.

Passata un’ora stendiamo la frolla in una tortiera rotonda da forno, io utilizzo quelle bucherellate che agevolano la cottura nella parte inferiore. Si possono trovare anche su Amazon. Io utilizzo questa con il fondo estraibile.

Una volta stesa la frolla nella tortiera creiamo uno strato con le fettine di banana e ricopriamo tutto con la crema di cioccolato. Con le fettine di banana rimanenti guarniamo la superficie.

Inforniamo a 170° per 30 minuti in forno preriscaldato.

Buon appetito a tutti.

Cous cous marocchino con verdure

La vera ricetta del cous cous

Eccomi di nuovo qui per raccontarvi una nuova storia di cucina, oggi parliamo del cous cous marocchino. Il cous cous è un piatto gustoso che si prepara velocemente. Vi racconterò i segreti per cucinare il vero cous cous; ammetto che mi sono stati svelati qualche anno fa da una ragazza del Cairo che per lavoro si è trasferita a Milano.

Prima delle sue spiegazioni lo facevo diversamente e devo ammettere che i suoi suggerimenti sono stati molto utili.

Il cous cous può essere un piatto unico, solitamente viene preparato con verdure e agnello, ma anche con il pesce si possono fare degli ottimi abbinamenti. Qui vi propongo la ricetta con solo verdure. Ma come sapete la creatività in cucina spesso porta ottimi risultati quindi osate e sperimentate.

Ingredienti per il cous cous marocchino

Per due persone:

  • 200 gr di cous cous
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 1 zucchina
  • 1 melanzana
  • 1/2 peperone rosso
  • brodo di verdure
  • aglio
  • curcuma
  • cumino

Procedimento

Per prima cosa scaldiamo l’olio in una pentola antiaderente con dell’aglio schiacciato o in camicia se preferite un sapore più leggero.

Pulite e tagliate le verdure a pezzetti piccoli, può essere una valida alternativa frullarle leggermente. Mettetele in padella e saltatele a fuoco medio basso per 10/15 minuti, fate attenzione a non bruciarle.

Preparate il brodo in un pentolino a parte e portate a ebollizione.

Prendete una padella e scaldatela, una volta raggiunta la temperatura tostate per due minuti il cous cous. Aggiungete il doppio della quantità di acqua del cous cous e fate cuocere dieci minuti. Una volta che l’acqua sarà completamente assorbita aggiungete le verdure e le spezie e saltate in padelle per qualche altro minuto in modo che tutti gli ingredienti si amalgamino bene tra di loro.

Potete servire a piacere freddo o caldo. Io aggiungo sempre qualche foglia di basilico per rendere il piatto più fresco ed estivo.

Torta alle mele

Come preparare una torta alla mele sfiziosa e soffice in modo veloce e divertente.

Siamo tutti a casa per questa quarantena forzata e come tutti abbiamo visto sui social chiunque si sta sbizzarrendo in cucina con ricette e bontà di ogni tipo.

In questi giorni il mio fidanzato, nonostante non abbia mai dimostrato interessa per la cucina se non per mangiare, mi ha chiesto di imparare qualche ricetta; mi sono ritrovata a fare da insegnante e devo ammettere che la cosa non mi è affatto dispiaciuta. Lui comunque, per la cronaca, è un ottimo allievo.

Una delle cose su cui ci siamo cimentati è la torta di mele perchè è uno dei dolci preferiti di entrambi. Mi sono poi resa conto che non ho mai pubblicato qua nel blog la ricetta che uso solitamente, nonostante sia un dolce che faccio di frequente.

Vi svelo allora la ricetta di questa torta di mele davvero speciale.

Ingredienti:

  • 2 uova 🥚
  • 145 gr di zucchero
  • 135 gr di burro 🧈
  • 200 gr di farina 🌾
  • 1 bustina di lievito vanigliato
  • 70 grammi di una tavoletta di cioccolato 🍫
  • 2 mele 🍎

Procedimento:

Per cominciare sbucciamo le mele e le tagliamo a cubetti; le mettiamo in una padella con 10 gr di burro e 20 gr di zucchero e le facciamo cuocere per 10 minuti fino a che diventeranno un po’ dorate e morbide.

In una planetaria mescoliamo le uova con lo zucchero; a bagnomaria o più comodamente al microonde sciogliamo il burro e lo aggiungiamo al composto appena miscelato.

Mentre continuiamo a mescolare, con un setaccio aggiungiamo la farina e il lievito fino ad ottenere un composto omogeneo e senza grumi.

Prendete metà tavoletta di cioccolato grattugiatela all’interno dell’impasto. Se non avete la tavoletta potete utilizzare le gocce di cioccolato reperibili in qualsiasi supermercato e alimentari.

Io ho utilizzato una tortiera apribile di diametro 25 cm. Ho versato il preparato al suo interno e aiutandomi con un cucchiaio ho messo sopra le mele. Per guarnire ho grattugiato il restante cioccolato sopra la torta. Non vi spaventate se l’impasto vi sembra poco, spargetelo bene su tutta la superficie della tortiera aiutandovi con una marisa. Con la lievitazione prenderà forma.

Inforniamo a 180° per 35 minuti.

Se volete potete aggiungere dello zucchero a velo sulla superficie.

Questa è una delle mie torte preferite, spero che anche voi gradiate.

Tortine alla vaniglia

Oggi prepariamo delle piccole tortine alla vaniglia ricoperte di zuccherini. Sono un’ottima alternativa alla classica torta da presentare ad un compleanno o ad un evento. Sono buone e comode da servire perché già porzionate; potete anche decidere di farle di colori diversi per rendere tutto ancora più divertente.

Osate sbizzarrendovi con gusti e colori diversi, fatevi aiutare dai vostri bimbi a preparare questa ricetta semplice e veloce anche per avvicinarli a questo mondo. Potete creare molte combinazioni diverse, vi consiglio per questo motivo di munirvi anche di zuccherini colorati per guarnire i vostri dolcetti.

Ingredienti

Cosa ci serve per preparare questa ricetta:

  • 2 uova
  • 125 gr di zucchero
  • 125 gr di burro
  • 200 gr di farina
  • 1 bustina di lievito vanigliato

Procedimento per le tortine alla vaniglia

Cominciamo miscelando le uova con lo zucchero con l’aiuto di una frusta elettrica o di una planetaria. Nel frattempo sciogliamo il burro a bagnomaria e, una volta fuso, lo aggiungiamo al composto appena preparato.

Setacciamo la farina e il lievito vanigliato in polvere (io uso questo) continuando a mescolare finche non otterremo un composto omogeneo e senza grumi. Per rendere il sapore più intenso ho aggiunto qualche goccia di aroma di vaniglia e una punta di colorante alimentare rosso. Questi due passaggi sono a vostro gusto, potete anche aggiungere altri aromi se preferite.

Riempiamo degli stampini a nostro piacere e cuociamo in forno preriscaldato a 180° per 25/30 minuti.

Una volta raffreddati li ho ricoperti con zuccherini colorati.

Buon appetito! Le vostre tortine alla vaniglia sono pronte.

La ricetta dei Macarons

Oggi prepariamo i tanto amati dolci francesi, tanto richiesti a tutte le feste chic perché sono sia belli da guardare sia buoni. Vediamo insieme la ricetta dei Macarons.

Se li servite ad un ricevimento o ad un compleanno farete sicuramente un ottima figura.

Ma partiamo dal principio, vi racconto in questo articolo la ricetta dei Macarons che mi è riuscita meglio. Su internet ne ho trovate varie ma questa è quella che mi soddisfa di più; il risultato è davvero simile a quelli originali. Il procedimento è un pò lungo ma non l’ho trovato complicato, basta seguire alcune accortezze e non saltare nessun passaggio.

Cosa ci occorre per la ricetta dei Macarons francesi:

  • Una o più sac a poche (dipende dal numero di colori che volete usare)
  • Un tappetino per macarons con i cerchiolini in bassorilievo prestampati (non è indispensabile ma è utile)
  • Un termometro da cucina
  • Uno sbattitore elettrico o planetaria

Ingredienti

  • 250 gr di mandorle
  • 250 gr di zucchero a velo
  • 180 gr di albume (corrisponde circa alla quantità di sei uova)
  • 250 gr di zucchero semolato
  • 7,5 cl di acqua

Procedimento

Prepariamo per prima cosa la farina di mandorle;

Se avete un tritatutto potete utilizzare quello cercando di sminuzzare le mandorle il più possibile, devono risultare farinose. Non saranno mai fini come la farina normale perché qualche piccolo pezzettino rimarrà sempre ma non è un problema; in alternativa potete utilizzare la farina di mandorle già pronta che si trova al supermercato, è un ottimo aiuto sostitutivo.

Mescolate con una marisa o con la planetaria, utilizzando la frusta gommata, la farina di mandorle con lo zucchero a velo e la metà degli albumi fino ad ottenere un composto omogeneo e denso.

Mettetelo da parte perché ci servirà in un secondo momento.

Ora prepariamo la meringa all’italiana.

Io ho utilizzato la planetaria che avendo la funzione di cottura facilità molto le cose ma non vi allarmate, si può fare anche senza.

Versione con planetaria che cuoce:

Utilizzate la frusta a filo grosso e frullate insieme gli albumi rimanenti con lo zucchero semolato e l’acqua. 

Dopo un minuto impostate la temperatura a 118° e impostate velocità 5. Quando si ferma, arrivato alla temperatura di 60° impostate la funzione HSHT e confermate mantenendo velocità 5.

Una volta raggiunta la temperatura di 118° riportate l’impostazione su “Off” e aspettate che il composto raggiunga i 40°.

Versione senza planetaria:

Portate a ebollizione acqua e zucchero.

In una scodella frullate con una frusta gli albumi, quando saranno montati a neve versate a filo lo sciroppo che nel frattempo avrete fatto raffreddare. Aiutatevi con il termometro da cucina, quando lo sciroppo raggiungerà i 40° gradi potete incorporare il liquido agli albumi, mi raccomando versatelo lentamente.

Una volta finito di versare lo sciroppo continuate a mescolare per cinque minuti fino ad ottenere una meringa liscia, morbida e omogenea.

Mettete da parte la meringa. E da qui potete proseguire allo stesso modo, sia che abbiate preparato la meringa all’italiana con la planetaria o a mano.

Riprendete il composto con le mandorle e incorporate la meringa in più volte e mescolate insieme per 30 secondi.

Mettete l’intero composto nella sac a poche, se volete fare colori diversi dividetelo in più scodelle aggiungete il colorante alimentare desiderato e usate sacche diverse.

Tagliate la punta della sac a poche e create dei dischetti di 2/3 cm, se avete il tappetino in silicone per macaron vi consiglio di non riempire troppo la forma prestampata perché la pasta tende ad allargarsi e adagiarsi quindi state indietro di qualche millimetro.

Lasciate riposare per mezz’ora in modo che la superfice esterna crei una pellicola a contatto con l’aria. Mi raccomando questo passaggio è indispensaile.

Cuocete in forno preriscaldato per 10-12 minuti a 150°.

Per il ripieno potete preparare una ganache al cioccolato, usare una confettura di frutta o una crema che preferite.

Io li ho farciti con la ganache al cioccolato.

Panini alle olive

Ecco la ricetta dei panini alle olive.

INGREDIENTI:

  • 250 gr di farina 00
  • 10 gr di lievito di birra
  • 150 gr di acqua tiepida
  • 5 gr di sale
  • 5 gr di zucchero
  • 40 gr di olive taggiasche denocciolate sott’olio

PROCEDIMENTO:

Sciogliamo il lievito in acqua tiepida. Setacciamo la farina e mescoliamo con l’acqua. Impastiamo il composto fino ad ottenere una pasta morbida e liscia di forma sferica. Aggiungiamo il sale e lasciamo riposare per due ore. Io di solito adagio il composto in una scodella di metallo con un filo d’olio, lo copro con della pellicola trasparente lasciando un piccolo spiraglio e lo metto nel forno spento con la luce accesa per mantenere la temperatura e far si che non perda l’umidità. Se volete potete posizionare lì accanto un bicchiere d’acqua.

Nell’attesa tritiamo finemente le olive e le lasciamo in una scodella fino al termine della lievitazione.

Passate le due ore il volume della pasta dovrebbe essere raddoppiata, la stendiamo su un tagliere aiutandoci con i polpastrelli; cospargiamo la pasta con le olive tritate e arrotoliamo fino a creare un tronchetto.

Tagliamo con un coltello ben affilato delle rondelle di 2 centimetri facendo attenzione a non schiacciarle troppo e le posizioniamo sulla teglia coperta precedentemente con la carta da forno.

Lasciamo riposare per 30 minuti sempre dentro al forno per far si che lieviti ancora un po’.

Estraiamo la teglia e scaldiamo il forno a 200°. Quando avrà raggiunto la temperatura inforniamo per 20/25 minuti. Controlliamo ogni tanto il colore del pane, quando avrà raggiungiunto la doratura scelta possiamo togliere dal forno.

Lasciamo raffreddare e serviamo tiepido.

Pizzoccheri della Valtellina

Ecco come cucinarli in modo semplice e veloce!

Oggi prepariamo insieme i pizzoccheri, la famosa pasta di di grano saraceno tipica della valle lombarda.

Chi di voi non li ha mai assaggiati? Ma sopratutto in quanti hanno riprovato a prepararli a casa?

Io amo questo piatto e da quando mi sono trasferita a Roma sento la mancanza dei piatti tipici del nord, tra questi sopratutto la polenta e i pizzoccheri.

Della polenta in particolare vi parlerò in uno dei prossimi articoli perchè ho scoperto un posto fuori Roma, che si chiama proprio Polentone che ha come specialità questa pietanza.

Tornando ai pizzoccheri ricordo di averli mangiati per la prima volta intorno ai vent’anni, nonostante la vicinanza a Milano della Valtellina. E’ stato amore a prima vista, con più esattezza alla prima forchettata.

Ecco gli ingredienti che ci servono: (Per 2 persone)

  • 200 gr di grano saraceno
  • 50 gr di farina 00
  • 130 gr di acqua
  • 100 gr di patate
  • 200 gr di verza (o spinaci o erbette)
  • 50 gr di casera
  • 50 gr di fontina
  • 2 spicchi di aglio
  • 150 gr di burro
  • sale q.b.

Procedimento:

Per prima cosa, preparate la pasta setacciando la farina e aggiungendo l’acqua. Impastate fino ad ottenere una palla omogenea e senza grumi. Lasciate riposare per un oretta.

Riempite un pentolone d’acqua e salate; quando arriva a bollore mettete le patate e cuocete per 10 minuti, aggiungete la verza e fate andare ancora per 8 minuti. Mi raccomando non buttate l’acqua in cui avete cotto le verdure perchè la utilizzerete per la pasta.

La scelta della verdura è soggettiva, io li ho preparati con gli spinaci perchè preferisco il sapore più delicato ma la ricetta originale è con la verza. Alcuni la sostituiscono con le erbette.

Scolate le verdure e ripassatele in padella dopo aver rosolato l’aglio con il burro. Mi raccomando non tenete la fiamma troppo alta, il burro non si deve bruciare. Lasciate andare finche non si insaporiscono per bene.

Stendete la pasta con il mattarello finché non ottenete una sfoglia di pochi millimetri, mi raccomando non deve essere troppo sottile. Tagliate prima la pasta a strisce e successivamente dividetele in pezzi di 6/7 centimetri.

Tagliate, a questo punto, i formaggi a cubetti. Cuocete la pasta per 10 minuti e, dopo averla scolata, unitela al condimento di patate, verdure e burro. Nella stessa padella aggiungete i cubetti di formaggio e mescolate fino a che non sarà sciolto.

Potete impiattare. I pizzoccheri sono pronti.

Buon appetito.