Settembre 2019

Il mio week-end a Berlino

Pronti, partenza, si vola: questa volta la destinazione è Berlino.
Era una delle città che non avevo ancora visitato ma che desideravo tanto vedere, sia per il fascino che la contraddistingue, di cui tutti mi hanno sempre parlato, sia per la storia raccontata in ogni suo angolo.

In questo articolo troverete consigli utili per muovervi in modo veloce a Berlino, dove alloggiare, dove mangiare e cosa vedere. A me è piaciuta davvero tanto e mi dispiace non aver potuto visitare i numerosi musei; se ovviamente doveste fermarvi più a lungo non potete non aggiungerli nel vostro itinerario.

E’ una meta ricca di spunti interessanti e libera la creatività nascosta dentro ciascuno di noi, basta fermarsi ad ascoltare i tanti artisti di strada pieni di talento che si trovano ad ogni angolo. E’ una città aperta al turismo e al cambiamento e mi piace proprio perchè si respira un’aria internazionale e allo stesso tempo intima.

Museo di storia


Cosa non può mancare nella vostra valigia se andate in primavera/autunno:
– K way, la pioggerellina vi può sorprendere da un momento all’altro.
– Maglioncino leggero.

Dove alloggiare a Berlino

Noi abbiamo scelto un albergo all’interno del Mitte, da qui potrete spostarvi e raggiungere il centro a piedi; Questa zona è strategica perchè vi permette di muovervi con comodità anche con la metropolitana. Vi consiglio anche di usare Uber perchè il prezzo è conveniente.
Abbiamo alloggiato all’Arcotel, comodo e centrale, si trova a Werderscher Markt 11. Al suo interno potete trovare anche palestra e SPA in cui rilassarvi dopo una giornata intensa da turisti .

Cosa vedere a Berlino in due giorni

Alexanderplatz: qui potete dare libero sfogo alla vostra voglia di shopping, troverete Uniqlo (aperto in Italia la settimana scorsa a Milano), Nyx, Foot Looker, JD Sports e tanti altri. Molto carino anche l’Urania Weltzeituhr che segna l’orario di tutte le capitali del mondo.

Urania Weltzeituhr in Alexanderplatz


Il Duomo di Berlino: l’interno è davvero affascinante con i suoi affreschi e marmi; vi consiglio però di salire (preparatevi ai numerosi scalini!) fino in cima perché da lì la vista è mozzafiato. Nella parte sottostante, invece, potete trovare la cripta con molte tombe della dinastia tedesca.

L’interno del Duomo


La porta di Brandeburgo: è il simbolo della città, in stile neoclassico, risale alla fine del 1700. (foto copertina)

Palazzo del Reichstag (Il Parlamento): la struttura della sua cupola in vetro e acciaio vi lascerà a bocca aperta. Potrete anche passeggiare tra le sale e visitare una parte del palazzo, salendo sulla cupola rimarrete affascinati dai giochi di luci e riflessi dei suoi specchi.

Conviene prenotare in anticipo la visita per evitare lunghe code. Trovate qui il link con tutte le informazioni utili.

La cupola del Reichstag


Il monumento alla memoria dei caduti dell’olocausto: progetto di Peter Eisenman è stato costruito in commemorazione delle vittime della Shoah.

Monumento alla memoria


Check Point Charlie: Sulla Friedrichstraße era un posto di passaggio tra Berlino est e Berlino ovest.

Check Point Charlie


East Side Gallery: E’ una vera e propria galleria d’arte all’aperto. E’ un pezzo  del muro originale rimasto ancora intatto ed è lungo più di 1 km. Qui vari artisti di strada hanno dipinto messaggi forti e di riflessione.

East Side Gallery

Dove mangiare a Berlino

Brauhaus Georgbraeu: situato nel Mitte potrete gustare cibo tipico tedesco in un ambiente cordiale e accogliente. Rimarrete affascinati dall’interno del locale in cui producono la birra. Se avete molta fame vi consiglio lo stinco arrosto, preparatevi perché le porzioni sono davvero abbondanti. Oppure potrete gustare würstel o polpette accompagnate da patate o crauti bevendo una buona birra fresca. Ottimi anche i prezel.

Brauhaus Georgbraeu

Altberliner Weisbierstube: vasta scelta di birre tipiche dalle chiare alle scure. Potrete gustare würstel di vario genere. Io ho provato quelli di fegato e sono rimasta sorpresa dalla loro bontà. Anche qua potrete trovare stinco sia bollito che arrosto, polpette e cotoletta con varietà di contorni.

Altberliner Weisbierstube

Curry 36 e Mustafa’s Gemuse Kebap: in Mehringdamm 36, uno affianco all’altro troverete questi due street food considerati da molti i più buoni di Berlino. Nel primo gusterete i currywurst da soli, con verdure o con patatine fritte. Nel secondo un kebap davvero speciale. Preparatevi però perché la fila d’attesa è davvero lunga.

Ritter Sport Bunte Schokwelt: qui potrete fare rifornimento di cioccolatini di tutti i gusti. Ve lo consiglio soprattutto per la colazione perché al secondo piano potete trovare il bar con un ottimo menu’. 

Ritter Sport Bunte Schokwelt

Venezia: la città galleggiante

Oggi vi porto com me a Venezia.

Dopo due giorni a Ferrara con mia mamma mi sono spostata sulla città. galleggiante. Ci ero già  stata qualche anno fa quando abitavo a Milano ma sempre per poche ore e non mi era stato possibile visitarla e conoscerla così a fondo.

Questa volta sono rimasta per una notte e ho visto molte più cose di cui ora vi parlerò.

Cosa vedere a Venezia in due giorni

Piazza San Marco e la basilica: è “la piazza”; si perchè tra i suoi vicoli strettissimi e i suoi canali a Venezia ci sono solo i campi ossia dei piccoli slarghi e l’unica piazza che si può definire tale è proprio quella di San Marco.

Qui potete ammirare una delle basiliche più belle del mondo. La sua facciata in marmo vi lascerà  incantati per qualche minuto. Non potrete non ammirare tutti i dettagli di cui è composta: bassorilievi e mosaici. Questi ultimi sono quelli che mi hanno più affascinato per i loro colori decisi e unici e con le parti dorate che allietano lo sguardo. Se riuscite vi consiglio di visitarne anche l’interno altrettanto spettacolare.

Basilica di San Marco

Sugli altri tre lati della piazza potrete ammirare le “procuratie” ovvero gli antichi alloggi dei procuratori di San Marco; queste sono composte da portici particolarmente suggestivi, è come se abbracciassero lo spazio. Sotto il porticato potrete trovare un susseguirsi di bar storici, tra cui il Florian in cui ho gustato un ottimo club sandwich ascoltando della buona musica suonata da un orchestrina dal vivo. Potrete anche trovare negozi tipici Veneziani con oggettistica e vetri di Murano. E qualche galleria d’arte.

Caffè Florian

Palazzo Ducale: è stato molto importante nella storia della città perché era il palazzo dei dogi veneziani, anche questo ha un’architettura unica e imponente. È possibile visitare il suo interno ma vi consiglio di avvantaggiarvi acquistando on-Line i ticket nel sito. Qui potete pianificare comodamente la vostra visita.

Il giro in gondola: vi consiglio vivamente di farlo perchè è l’unico modo per capire davvero questa città e per vedere i piccoli canali nascosti non visibili in altro modo. I gondolieri sono davvero preparati e nel giro turistico vi racconteranno i segreti legati a questo luogo.

Ponte di Rialto: da qui potrete ammirare il Canal Grande e godervi l’atmosfera magica che si respira. Vi consiglio di andarci anche di sera perchè è davvero suggestivo.

Museo Peggy Guggenheim: è una delle più prestigiose collezioni d’arte italiane; qui potrete trovare opere europee e americane dell’inizio del ‘900 di grandi artisti tra cui Picasso, Pollock, De Chirico e tanti altri. Qui il link del museo.

Libreria acqua alta: ho una particolare attenzione per le librerie sia perché mi piace leggere sia perché le reputo uno dei pochi luoghi da proteggere dallo scorrere del tempo. Sono sempre meno quelle storiche e quando ne trovo qualcuna mi sento sempre fortunata. Questa in particolare è una delle più belle che abbia mai visto. Particolare per la gondola che troneggia al suo interno stracolma di libri, ma anche per la seconda uscita, che scoprirete addentrandovi al suo interno, in cui troverete una parete è una vera e propria scala fatta di pile di libri. Dovete andarci anche se non siete degli assidui lettori perché ne vale la pena.

Dove mangiare a Venezia

Trattoria ai cugnai dal 1911

Si trova in Calle Nuova Sant’Agnese 857 ed è un ristorante tipico e non troppo turistico. Ve ne accorgerete anche voi quando vedrete nel tavolo accanto al vostro i veri veneziani e i gondolieri che mangiano con gusto. Vi consiglio i primi piatti soprattutto quelli a base di pesce, sono davvero ottimi.

Il diavolo e l’acqua santa

Si trova in Calle della Madonna 561. Anche qui potrete gustare la cucina tipica veneziana. Vi consiglio il baccalà in tutte le varianti, è delizioso.

Ferrara in due giorni.

Lo scorso week end ho visitato due città dal fascino antico: la prima è Ferrara e la seconda è Venezia.

In questo articolo vi parlo della prima; Ferrara è “la città delle biciclette”, così denominata perchè tutti, ma proprio tutti, girano su questo mezzo di locomozione. E’ una città a grandezza d’uomo e il suo centro, anche se ricco di spunti e cose da vedere, è visitabile in un week-end.

E’ un luogo che ha una bella storia da raccontare, quella degli Estensi, e la potete leggere in ogni suo palazzo, nelle sue vie e nelle facciate dei suoi edifici. Sarete trasportati indietro nel tempo perchè lo stile medioevale è rimasto intatto, ben curato e conservato.

Ecco cosa non può mancare nel vostro tour a Ferrara:

CASTELLO ESTENSE

Si trova nel cuore della città ed è al primo posto nella mia classifica personale delle cose da vedere. Questo sia perchè è un castello imponente e maestoso sia perchè al suo interno troverete gran parte della storia di questa città. E’ stato costruito nel 1385 da Nicolò II d’Este e nel corso della storia ha assunto varie funzioni, all’inizio come sede delle milizie estensi fino a diventare poi residenza nobiliare.

Al suo interno potrete leggere informazioni riguardanti la storia del castello e della casata e ritrovare molti degli ambienti originali tra cui le cucine e le prigioni.

Vi consiglio di visitare anche la torre dei Leoni, l’ho trovata suggestiva perchè offre una vista spettacolare su tutta la città ed è un ottimo punto d’osservazione anche per scattare qualche bella foto. (Vedi copertina)

Il castello è circondato dal fossato ancora pieno d’acqua ed è possibile fare il giro turistico con la barca.

Il castello è visitabile:

  • Dal Martedì alla Domenica dalle 9:30 alle 17:30 (la biglietteria chiude 16:45)

L’ingresso costa:

  • Intero:8 Euro
  • Ridotto: 6 euro
  • Supplemento per la torre dei Leoni: 2 euro

Qui il link al sito per maggiori informazioni.


LA CATTEDRALE DI SAN GIORGIO

Purtroppo per via dei lavori di ristrutturazione alla facciata non ho potuto vedere la parte esterna ma se sarete più fortunati di me durante la vostra visita vi consiglio di soffermarvi sulla sua bellezza, interamente in marmo con vari rilievi e sculture.

Al suo interno la cattedrale si sviluppa su tre navate, non ritroviamo però lo stile originale perchè dopo l’incendio del XVII secolo è stata restaurata in stile barocco.

MUSEO DELLA CATTEDRALE

Sul lato destro della cattedrale nell’ex convento di San Romano troverete il museo.  Sin dall’ingresso rimarrete affascinati da un chiostro bellissimo circondato da un porticato e al centro un pozzo in pietra.

Il museo ospita varie opere provenienti dalla stessa cattedrale. Quella più famosa, ritenuta la più importante scultura italiana del ‘400,  è la “Madonna della Melagrana” di Jacopo della Quercia.

Gli orari sono:

Da Martedì a Domenica dalle 9:30 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00

L’ingresso costa:

  • Intero:6 Euro
  • Ridotto:3 Euro

PALAZZO DEI DIAMANTI E SPAZIO ESPOSITIVO

In Corso Ercole I d’Este 21, è raggiungibile a piedi dal centro in dieci minuti o da buoni ferraresi in  bicicletta. Rimarrete colpiti in primis dalla sua facciata ricoperta di punte simili a quelle dei diamanti in marmo bianco e rosa.

Superato l’ingresso troverete davanti a voi il chiostro rinascimentale molto suggestivo


Il palazzo offre una parte espositiva permanente, ossia la pinacoteca, ed una espositiva temporanea.

In quella permanente potrete trovare principalmente artisti del ‘400 e del ‘500 tra cui Andrea Mantegna, Dosso Dossi, Carlo Bononi e Sebastiano Filippi.

Nella parte espositiva temporanea fino al prossimo 6 gennaio 2019  troverete la mostra di Gustave Courbet intitolata “Il bello e la natura”. Qui potrete trovare vedute, panorami, paesaggi del padre del realismo.

Gli orari della pinacoteca sono:

dal martedì alla Domenica dalle 10:00 alle 17:30

L’ingresso della pinacoteca costa: (gratis fino ai 18 anni e ogni prima domenica del mese)

  • Intero: 4 Euro
  • Ridotto: 3 Euro

Gli orari dello spazio espositivo:

Tutti i giorni dalle 9:00 alle 19:00

L’ingresso dello spazio espositivo costa: (gratis fino ai 6 anni)

  • Intero spazio espositivo: 13 Euro
  • Ridotto spazio espositivo: 11 Euro

Per rimanere informati e aggiornati sulle mostre presenti cliccate qua.

IL MEIS

E’ il museo nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah. Si trova in Via Piangipane 81 ed è stato il carcere cittadino fino al 1992.

Al suo interno troverete un percorso espositivo atto a far conoscere la storia degli ebrei nella penisola italiana, dal loro arrivo in età romana fino al medioevo;  attraverso una mostra fotografica, video ed esposizioni di oggetti preziosi vi farà conoscere la storia di questo popolo.

Si svolgono spesso convegni e iniziative culturali.

L’orario di apertura è:

Dal martedì alla Domenica dalle 10:00 alle 18:00 (la biglietteria chiude alle 17:00)

I prezzi d’ingresso sono:

  • Intero: 10 Euro
  • Ridotto: 8 Euro

MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE

Troverete al suo interno vari reperti archeologici interessanti sia greci che etruschi; alcuni ritrovati negli scavi di Spina nel palazzo di Ludovico Sforza detto “il Moro” e altri nelle necropoli di Valle Trebbia e Valle Pega.

Si trova a Palazzo Costabili in Via XX Settembre 124.

Gli orari di apertura sono:

Dal martedì alla Domenica dalle 9:30 alle 17:00

I prezzi dell’ingresso sono: (gratuito fino ai 18 anni e la prima domenica di ogni mese)

  • Intero: 6 Euro
  • Ridotto: 3 Euro

MUSEO DEL RISORGIMENTO E DELLA RESISTENZA

In Corso Ercole I d’Este 19, vicino a Palazzo dei Diamanti il museo racconta la storia e le testimonianze dei patrioti del risorgimento. Troverete reperti originali dell’epoca e documenti che percorrono la storia ferrarese fino alla liberazione.

Gli orari del museo sono:

Dal martedì alla Domenica dalle 9:30 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00

Il prezzo d’ingresso è: (Gratuito fino ai 18 anni)

  • Intero: 4 Euro
  • Ridotto: 2 Euro

MUSEO DI STORIA NATURALE

Il museo ha sia uno spazio espositivo permanente in cui potrete trovare reperti di geologia, paleontologia e di zoologia. Ci sono anche delle mostre itineranti, convegni, corsi ed eventi.

Si trova in Via de Pisis 24

Gli orari del museo sono:

dal Martedì alla Domenica dalle 9:00 alle 18:00

I prezzi del biglietto: (Gratuito fino ai 18 anni)

  • Intero: 4 Euro
  • Ridotto: 2 Euro

ORTO BOTANICO DELL’UNIVERSITA’ DI FERRARA

Se siete amanti delle piante non potete non visitare l’orto botanico ed erbario della città perchè ospita più di 700 specie. Al suo interno troverete tre aree: l’area sistematica, l’area delle piante utili e l’area dei giardini a tema.

Il giardino è aperto:

Dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 13:30

Ingresso Gratuito

MUNICIPIO DI FERRARA

Il palazzo municipale si trova nella Piazza del Municipio/Piazza Savonarola.

E’ di proprietà del comune ma è stato per molto tempo la residenza della famiglia d’Este.

E’ caratteristica la sua scalinata che porta al piano nobile del palazzo in cui troverete dei saloni maestosi con decorazioni del XVI secolo.

VIA DELLE VOLTE

Questa via è caratteristica per il susseguirsi di volte e passaggi sospesi. E’ un gioco di profondità per lo sguardo ed è bella da fotografare. E’ famosa per essere stata la via dei mercanti ma anche la via dei bordelli.

ACQUEDOTTO DI FERRARA

Si trova in Piazza XXIV Maggio ed è una struttura piccola ma d’impatto.

E’ stato il primo acquedotto costruito a Ferrara nel 1890 ed è rimasto in funzione fino ai primi anni ’80 del ventesimo secolo.

La struttura è in cemento armato ed è alta 37 metri. La statua posizionata sopra la fontana rappresenta il Po e i suoi affluenti.

Il parco circostante è molto carino e piacevole per passeggiare.

Altre cose degne di nota sono

  • la facciata di Palazzo Bentivoglio (Vedi foto sotto) con bassorilievi in marmo incantevoli.
  • le mura della città che fungevano da cinta cittadina di cui però rimangono pochi resti. Se visitate il castello Estense potete farvi un’idea della sua grandezza attraverso il plastico all’ingresso e alle rappresentazioni cartografiche.

Ferrara: dove mangiare

Nel mio week-end a Ferrara ho scoperto tre posti in cui mangiare bene senza spendere troppo. Sono ristoranti con tre cucine diverse: tipica emiliana e cinese.

Se siete a Ferrara e avete voglia di una buona piadina dovete andare a provare:

FARINA DEL MIO SACCO

In via Saraceno 30 nel centro di Ferrara, comodamente raggiungibile a piedi dai principali monumenti e attrazioni della città.

Ve la consiglio per un pranzo leggero, da soli o in compagnia.

Il locale è moderno e accogliente. Il personale è premuroso e gentile.

Potrete scegliere tra una vasta gamma di piadine con molteplici gusti e anche dei saporiti taglieri di affettati accompagnati dalle piadine vuote.

Io ho preso la classica con crudo, squacquerone e rucola ed era ottima. Buona la qualità sia della piadina che degli ingredienti al suo interno.

Il conto è onesto.

OSTERIA LA COMPAGNIA

Si trova in piazza Sacrati 32 e serve una cucina tipica emiliana.

E’ un’osteria accogliente dal clima caldo a conduzione familiare. Il proprietario vi metterà subito a vostro agio con una simpatia innata. Anche il resto del personale è premuroso e preciso.

Troverete piatti saporiti ma senza esagerare.

Potrete scegliere tra un menù assortito o anche tra qualche piatto del giorno. Una delle cose che ho apprezzato di più è che servono solo pasta fatta in casa.

Ho assaggiato gli gnocchi di zucca e patate con ragù e burro tartufato e anche le tagliatelle con crema di funghi e sfilacci d’anatra.

Tra i secondi abbiamo scelto delle costine di maiale con patate arrosto accompagnate da un buon vino rosso.

Spesso il proprietario allieta la serata con musica dal vivo con una chitarra che è sempre poggiata qua e la su qualche tavolo. E’ un pò come essere a casa o in compagnia di amici.

Ve lo consiglio sia per la bontà dei suoi piatti sia per il clima familiare.

Potete anche visitare il loro sito web cliccando qua.

RISTORANTE LI XIA

Se volete provare una cucina cinese molto buona e di qualità sempre in piazza Sacrati al 43 troverete questo ottimo ristorate.

Moderno e dai colori caldi vi farà immergere nella tradizione cinese con una vasta scelta di pietanze.

Anche qua il personale e sveglio e veloce pronto a soddisfare ogni vostra richiesta.

Io ho provato sia i ravioli di carne alla griglia, sia gli spaghetti di soia con verdure e pesce saltati alla piastra accompagnati dalla tipica birra cinese.

Vi consiglio anche i gamberi sale e pepe, tra i più saporiti che abbia mai assaggiato.

Le porzioni sono abbondati e il rapporto qualità prezzo è decisamente buono.

Qui il sito internet per sbirciare piatti e menù.